Asili e scuole: Un compagno a 4 zampe

Il contatto fisico con il cane procura una sorta di piacere che stimola la creatività, la curiosità e la capacità di osservazione. Favorisce inoltre i contatti interpersonali creando situazioni di gioco e divertimento nelle quali il cane è l’occasione per interagire.

OBIETTIVI

Il progetto mira a far conoscere ai bambini e agli adolescenti il linguaggio del cane, al fine di educarli ad un corretto approccio e contatto. Le finalità sono anche di migliorare la comunicazione verbale e non verbale, la capacità relazionale, l’autocontrollo, l’autostima. Il bambino e il cane socializzano quindi in modo corretto e stimolano positività, sempre nel rispetto delle diversità.

I TEMI TRATTATI

  • Imparare il linguaggio del cane
  • Come riconoscere se un cane è impaurito o teso
  • Come comportarsi in presenza di un cane aggressivo
  • Segnali emessi dal cane
  • Corretto avvicinamento del cane
  • Corretta gestione del proprio cane
  • Cosa è in grado di fare il cane per noi

COME SI SVOLGE

( su questo argomento non ho trovato materiale a cui fare riferimento)

TERAPIE INDIRIZZATE A BAMBINI PROBLEMATICI

( anche su questo argomento chiedo aiuto)

I RISULTATI SUL CAMPO

( qui possiamo copiare il testo precedente, …dalle esperienze fatte possiamo sostenere che si sono sempre raggiunti ecce cc.

LE NOSTRE REFERENZE ED ESPERIENZE

Nel 2012………………..
Nel 2013……………….